In giro per il MONDO


A Dublino con i bambini: ecco cosa vedere in un weekend tra musei di vichinghi gnomi e pub storici senza dimenticare una gita nei dintorni a trovare le foche.

Pubblicato il 30-Nov--1 Visitatori: 292

Dublino con bambini: cosa vedere in un weekend tra foche e vichinghi

   





Dublino è stata nominata destinazione di viaggio top per il 2018 dal National Geographic. La città d’Irlanda dal carattere vivace e frizzante è la meta perfetta per un weekend in modalità famiglia. Ecco cosa vedere tra pub storici e meraviglie naturalistiche, vichinghi e leprecauni. Senza dimenticare le foche.

La chiamano l’isola di smeraldo, un richiamo al verde che la caratterizza. E al suo essere indiscutibilmente una delle gemme più preziose del Vecchio Continente. La capitale non fa eccezione. Sa stupire e sorprendere, è la meta perfetta per qualunque tipo di visitatore, grande o piccolo che sia. E alla fine sa strappare un arrivederci. Perché c’è sempre un buon motivo per andare (o tornare) a visitare Dublino.

Scoprire la storia e la cultura della città in famiglia

     

Dublino vanta una cultura molto ricca e una grande storia che affonda le radici nel passato più profondo. Si inizia da Dublinia, Viking and Medieval Dublin, il museo interattivo che consente ai bambini di tuffarsi nel mondo medievale e in quello dei Vichinghi. Qui si può toccare tutto, ci si può travestire da personaggi del passato per immergersi davvero nella storia.
Un’altra visita in grado di incantare gli occhi dei più piccoli è quella alla meravigliosa Old Library del Trinity College con la sua Long Room, la gigantesca sala che rimane davvero impressa nella mente. Qui si può ammirare il Book of Kells, un antico e magnifico manoscritto miniato.

     

E se pensate che i bambini possano snobbare i volumi polverosi sfoderate la carta magica: Harry Potter. Nella Long Room di questa celebre biblioteca sono state girate tantissime scene dei film del famoso maghetto. Nessun babbano di un certo calibro può quindi perdersi una visita al Trinity College.
Non si può lasciare Dublino senza aver dedicato un pizzico di attenzione al Leprechaun o leprecauno, il tipico gnomo della tradizione irlandese. In città si trova il National Leprechaun Museum, un museo interamente dedicato a queste magiche creature che saprà incantare anche i più piccoli.

Pub e birra: un must anche con i bambini

     

Non si può dire di essere stati a Dublino senza aver fatto un giro per i pub e senza aver visitato il birrificio per eccellenza, la Guinness Storehouse. Anche i bambini potranno divertirsi all’interno della pinta più grande del mondo, l’allestimento su sette piani arricchito di tante attività interattive accattivanti. Una visita davvero imperdibile, dopo tutto si tratta dell’attrazione numero uno d’Irlanda. La ciliegina sulla torta è la vista a 360° dalla terrazza vetrata del Gravity Bar da cui si può ammirare tutta la città. E a fine giro, compresa nel biglietto di ingresso, c’è una pinta di Guinness per gli adulti e una bevanda analcolica per i bambini.
Pranzare in un pub è una delle esperienze da fare in terra anglosassone. Dublino non fa eccezione. Qui si trovano il Brazen Head datato 1198, e il The Dowson Lounge, rispettivamente il pub più antico di Irlanda e il più piccolo del mondo. Il genere di curiosità che piacciono molto anche ai bambini.

I dintorni di Dublino: scenari incredibili e natura mozzafiato

     

Dublino, come ogni grande città che si rispetti, ha tantissimi musei e attrazioni che fanno la gioia delle famiglie in viaggio. Ma anche i dintorni riservano grandissimi sorprese che affascineranno i piccoli viaggiatori. La Dart è il treno veloce che collega la città ai paesi limitrofi, una sorta di metropolitana a cielo aperto che consente di spostarsi comodamente da un centro all’altro.
Dun Laoghaire, Howth, Killiney e Dalkey sono alcuni tra i villaggi costieri caratterizzati da baie incantevoli e vicoli caratteristici che meritano una visita per mille ragioni. Dalla casa di Bono e di The Edge degli U2 (a Dalkey) per i più grandi, alle foche (a Howth e Dalkey Island) per i più piccoli. Avvistare una foca in libertà è sempre una grande emozione che si può vivere in diverse parti di Irlanda. Ma non è necessario spingersi nelle zone più remote dell’isola per godere di un incontro ravvicinato. Sul molo di Howth si trovano alcuni tra i migliori ristoranti di pesce di tutta la zona di Dublino e qui può capitare di avvistare qualche foca, soprattutto all’ora in cui i pescherecci rientrano in porto. Da Howth ci si può imbarcare per raggiungere l’isola di Ireland’s Eye oppure si può costeggiare Howth Head. Da Coliemore, a una ventina di chilometri a Sud di Dublino, ci si può imbarcare per Dalkey Island. Cinque minuti di navigazione per approdare su un’isola disabitata appannaggio di un gregge di capre selvatiche, di alcune foche e di migliaia di uccelli marini. Un’esperienza naturalistica davvero unica ed emozionante per i bambini.

Info utili

Dublino può essere raggiunta comodamente dall’Italia con i voli Aer Lingus e Ryanair. Molto comodo il Dublin Pass che consente di usufruire di sconti e gratuità particolarmente convenienti per chi viaggia in famiglia.
Dublino può essere la meta perfetta per un weekend oppure può rappresentare una delle tante tappe di un itinerario irlandese più ampio e articolato. Ecco il racconto di un nostro bellissimo viaggio a zonzo per l’isola di smeraldo con bambini al seguito.

Per informazioni di viaggio sull’Irlanda in generale e su Dublino in particolare consultate il sito www.ireland.com.

 

Copyright: Familygo. Foto di www.irelandscontentpool.com

L'articolo Dublino con bambini: cosa vedere in un weekend tra foche e vichinghi sembra essere il primo su FamilyGo.

Per saperne di più ... clicca qui






Fonte www.familygo.eu

Articoli correlati:





 

Altri argomenti