La storia e i suoi personaggi


Pubblicato il 12-May-18 Visitatori: 117

Veneziani: “Anche Mieli si accorge che della Resistenza non resiste più nulla”

   




A picconate, o a piccoli colpi di scalpello, il mito della Resistenza si va via via sgretolando, fino a ridursi a un cumulo di macerie.
Ad abbatterlo non ci pensa più solo la revisione salvifica relativa al sangue dei vinti, ossia alle brutalità commesse dai partigiani a guerra finita, a mo’ di vendette private o di epurazione sistematica dell’ ex nemico: storia diventata patrimonio collettivo grazie all’opera di Giampaolo Pansa.
Adesso scricchiola pure l’ edificio della Resistenza come grande movimento di popolo, come insurrezione spontanea, immediata e partecipata, oltreché risolutiva, su cui a lungo si è basata la vulgata storica.

Per saperne di più ... clicca qui







Fonte www.storiainrete.com

Correlati

Scorkl: la Micro-Bombola Subacquea che si carica con la Pompa da Bicicletta

Come Josef Mengele divenne il “Dottor Morte”

Questa foto del 1925 testimonia il Primo Selfie-Stick della Storia?

The Chairman Smiles: poster di propaganda politica

La tomba di Ciro il Grande: un Semplice Sepolcro per un Grande Re